ITA ENG

Lorenzo Bruschini

La sua ricerca è volta alla rappresentazione di un mondo interiore in continuo confronto con la realtà esterna, un teatro onirico di fili sospesi fra psiche e realtà, in cui l'artista subisce il simbolo che gli si impone.

immagine delle Scuderie Aldobrandini a Frascati in occasione della mostra di Lorenzo Bruschini

“Graffi e lividi del profondo. È limitativo il riferimento a Freud, Lacan, a Jung, agli stessi padri storici del surrealismo. La pittura del giovane artista si inoltra verso direzioni del pensiero e della sensibilità che solo il suo spirito inquieto riesce a scorgere”

Lidia Reghini di Pontremoli*

*Storico dell`arte e critico curatore, è stata Commissario Nazionale alla XLV Biennale di Venezia

IL SOGNO DI LORENZO
ANIMALIER